FORGOT YOUR DETAILS?

Statuto

STATUTO

“Centro Studi Enzo Marchetti”

Art.1. Denominazione

E’ costituita a Gravina di Puglia l’Associazione culturale “Centro Studi Enzo Marchetti”, con scrittura privata registrata, senza scopo di lucro, regolata dall’art. 36 e segg. Codice civile, nonché dal presente statuto e atto costitutivo.

Art.2. Sede

L’associazione ha la sua sede legale presso lo studio del Presidente, avv. Rosa Volse, in Bari, via Andrea da Bari n. 35, che ne è il legale rappresentante e la sua sede operativa in Gravina presso le “Officine Culturali Peppino Impastato”, via San Vito Vecchio n. 8.

Art.3. Scopo - Oggetto

L’associazione non ha fini di lucro e persegue i seguenti scopi:

  • Promuovere iniziative volte a tenere viva la memoria del Prof. Enzo Marchetti e valorizzarne la figura di studioso, docente e politico. Il Prof. Enzo Marchetti è stata una delle figure maggiormente atipiche del panorama intellettuale e politico nell’area murgiana degli ultimi decenni. Il suo spirito libertario lo porta a scrollarsi di dosso lo stereotipo di intellettuale erudito di stampo borghese, rappresentando il connubio ideale fra la teoria e la prassi. I suoi svariati interessi culturali, che variano dalla politica alla filosofia, dalla psicanalisi all’antropologia, dall’archeologia all’ecologia, risultano degli strumenti essenziali per comprendere la vita sociale. Da vero zoon politikòn riesce a correlare i propri studi, apparentemente distanti fra loro, con l’attività politica, perseguendo il fine nobile della ricerca di uno sviluppo sostenibile che non deturpi e snaturi i luoghi originari, la sua città, come ogni altra città della Madre Terra. Inoltre, Enzo Marchetti ha cercato soprattutto di generare interesse per il sapere, sia nei tanti studenti che ha accompagnato nella sua carriera da professore, sia nei diversi interlocutori incontrati nella sua vita vissuta “in piazza”, un luogo sia fisico, visto che era facile incontrarlo lì, che filosofico, con un richiamo voluto all’ agorà greca.
  • Bandire un concorso intitolato alla memoria del Prof. Enzo Marchetti, per l’assegnazione: a) di un Premio annuale per opere edite e inedite rivolte a ricerche in ambito psicanalitico, pedagogico e demo-etnoantropologico legate alla custodia del territorio e alla valorizzazione delle identità culturali; b) di una Borsa di studio annuale per tesi di laurea e/o di dottorato, legate alla figura del professore e/o al campo di ricerche oggetto della sua opera.
  • Sostenere le pubblicazioni delle opere inedite del Prof. Marchetti.
  • Valorizzare le attività di ricerca nel campo della saggistica con particolare riferimento agli studi di carattere politico e di taglio meridionalistico.
  • Promuovere iniziative a sostegno di una solida e critica cultura umanistica (convegni, dibattiti, seminari, pubblicazioni, traduzioni).
  • Diffondere con interventi a stampa, notiziari e comunicazioni l’attività associativa.

Art.4. Associati e adesione all’Associazione

Sono ammessi all’associazione, in qualità di:

  • Soci fondatori: a) coloro che, interessati alla realizzazione delle finalità culturali, condividono lo spirito e gli ideali e si impegnano a versare, per tutta la permanenza del vincolo associativo, la quota annuale; b) coloro che, interessati alla realizzazione delle finalità culturali, ne condividono lo spirito e gli ideali e si impegnano attraverso il contributo materiale a collaborare alle attività oggetto del programma dell’associazione per tutta la permanenza del vincolo associativo.
  • Soci ordinari, tutti coloro - privati, enti, istituzioni – che intendono contribuire attraverso la loro opera e il loro sostegno ideale all’attività dell’associazione della quale ne condividono lo scopo e le regole dello statuto e si impegnano a versare una quota annuale.
  • Si perde la qualità di socio per dimissioni o per mancato versamento della quota di iscrizione.

Art.5. Organi - Voto

Gli organi dell’associazione sono: l’assemblea dei soci, il presidente, il consiglio direttivo e il comitato scientifico.

  • L’assemblea dei soci è il momento di confronto ed è composta dai soci fondatori e ordinari, ognuno dei quali ha diritto di voto. Essa è convocata almeno una volta all’anno in via ordinaria, ed in via straordinaria quando sia necessario. La convocazione dell’assemblea è effettuata attraverso posta elettronica ed anche attraverso comunicazioni impersonali.
  • Le deliberazioni dell’assemblea, in prima convocazione, sono prese a maggioranza di voti con la presenza di almeno metà degli associati. In seconda convocazione la deliberazione è valida qualunque sia il numero degli intervenuti e le decisioni vengono adottate con il parere favorevole della maggioranza dei presenti. L’assemblea ordinaria ha il compito di eleggere il consiglio direttivo.
  • Il Consiglio direttivo è composto dal Presidente dell’associazione, dal Presidente del Comitato scientifico, membro di diritto, da un componente scelto tra i soci fondatori e da due membri eletti dall’assemblea tra i propri componenti. Esso è validamente costituito quando sono presenti tre membri, dura in carica cinque anni, è l’organo esecutivo dell’associazione, si riunisce in media due volte l’anno, è convocato dal Presidente dell’associazione o da almeno due dei componenti, ha tutti i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione. Nella gestione ordinaria il Consiglio direttivo: predispone gli atti da sottoporre all’assemblea, formalizza le proposte per la gestione dell’associazione, stabilisce gli importi della quota annuale dei soci fondatori, elabora il bilancio.
  • Il Presidente dell’associazione viene scelto tra i soci fondatori, dura in carica cinque anni, è legale rappresentante dell’associazione, nomina il presidente del comitato scientifico, sottoscrive tutti gli atti compiuti dall’Associazione, può aprire e chiudere conti correnti bancari e postali intestati all’associazione e procedere agli incassi. Conferisce ai soci procura per la gestione delle attività varie.
  • Il Comitato Scientifico, composto dal Presidente e da tre componenti designati dal consiglio direttivo, valuta le opere oggetto del Premio e della Borsa di Studio con giudizio insindacabile. Esso, inoltre, esprime un parere sulle altre iniziative collegate all’attività culturale dell’associazione.

Art. 7. Durata

La durata dell’Associazione è a tempo indeterminato.

Art.8. Patrimonio

Il patrimonio dell’associazione è costituito dalle quote versate dai soci fondatori e dai soci ordinari.

Art.9. Scioglimento

Lo scioglimento dell’associazione è deliberato dall’Assemblea straordinaria. Il patrimonio residuo dell’associazione deve essere devoluto ad altre associazioni costituite con finalità analoghe o per fini di pubblica utilità.

Art. 10. Gratuità delle cariche

Tutte le cariche sono gratuite.

Art. 11. Rinvio

Per quanto non previsto dal presente statuto, si applicano le norme del codice civile e delle altre leggi vigenti in materia di associazioni non riconosciute.

Bari, 5 febbraio 2016

Il Presidente

 

 

 

 

TOP